martedì 31 dicembre 2013

2014

Oggi si conclude eccezionalmente il 2013 e i social network e gli amici ci impongono una riflessione sull'anno appena trascorso.

Penso che siamo tutti d'accordo sul fatto che il 2013 sia stato l'anno di Marte: molto probabilmente ci sono già stati dei microrganismi e forse ci torneranno presto.

Ma mentre NASA’s Curiosity Mars Rover continua ad indagare, non ci rimane che chiedersi se ci sarà posto per il piccolo microbacteryum laprae aldilà della stratosfera. 

Cosa ne sarà di lui? La Terra sembra sempre più ostile ad accettarlo, mentre qui alla lepers teniamo testa con album di bassa qualità altissima. Quanto ancora potremo durare?

Pronti per essere spediti nello spazio, hanno preso vita ben 8 nuovi album negli ultimi 12 mesi che tra nuovi contagi e vecchi volti butterati hanno coinvolto gente la cui età media è pari ad un numero primo.

Ma come si calcolano i numeri primi? Resterà un mistero anche nel 2014?

Pieni di domande, rimpianti e quant'altro non ci rimane che ringraziare i lebbrosi che ci hanno regalato la loro musica, chi ci ha ascoltato e chi non l'ha potuto fare.

Quella che acquisiamo oggi è un'inaspettata coscienza del mondo esterno