martedì 5 febbraio 2013

Quartetto Capodoglio e Solquest : Fritto/Misto


Quartetto Capodoglio - The shape of sperm to come
Mentre finti lebbrosari vengono chiusi, gli unici e veri lebbrosi pugliesi continuano – senza alcuna sovvenzione statale, nonostante i loro indubbi disagi mentali ed emotivi [leggi: cecità delle tanto decantante istituzioni della Regione Puglia a premiare le "eccellenze" musicali pugliesi] continuano a sfornare roba, rigorosamente auto-prodotta e donata – con un atto di incommensurabile amore – in free download sul portare della net-label più sgangherata e freak d’Italia.
Stavolta, tocca a due ritorni storici: Solquest con In Spite of Black Clouds (lprs 56) e gli altamurani Quartetto Capodoglio (ex Bread Pitt) con l’ammiccante The Shape of Sperm to Come (lprs 55), con un’interessante pendant di archivi a nome Bread Pitt, ormai o per fortuna in coma farmacologico.
535183801-1
I due lunghi landscape che compongono In Spite of Black Clouds sono enormi nenie che avvolgono l’ascoltatore con un fare minaccioso e perturbante. Il Side B con una chitarra che si crede una viola raschia e rantola gonfiandosi come un tempesta all’orizzonte. Una psichedelia minacciosa e lontana dalle solite indolenze ambientali. 

Riguardo il Quartetto, la label scrive:« è un progetto di ricerca orientato alla comunicazione elettro acustica con gli abissi. La collaborazione con i più importanti istituti di ricerca bio-acustica garantisce l’altissima qualità del loro noise antropogenetico destinato all’ecolocalizzazione del più cattivo degli animali ». Le sei incursioni abissali racchiuse in The Shape oscillano tra il descrittivo-simbolico e il disperato tentativo di cercare un linguaggio misto comprensibile da scienziati persi tra grovigli di cavi e oscillatori e sfuggenti creature marine.

-T/T